6 pillole di saggezza per affrontare una ristrutturazione

6 Pillole di saggezza per affrontare una ristrutturazione

Ecco per voi una guida tragicomica per sopravvivere ai lavori in casa.

 

Ansia. Gioia. E poi ancora ansia. Dubbi. Domande esistenziali che ti colgono nel cuore della notte: “Ho fatto bene a mettere la doccia in bagno? Non era meglio la vasca?”. Ristrutturare una casa è un’esperienza bellissima ma, diciamoci la verità, spesso può essere frustrante e causare molte ansie.

Se da una parte l’idea di avere finalmente la casa dei sogni è esaltante, dall’altra il timore di costi occulti, ritardi sulle consegne e disguidi vari rischia di rendere il tutto poco piacevole. Non è il caso di spaventarsi, con la nostra guida seguire i lavori diventerà un gioco da ragazzi.

P.S. Eh sì, non preoccupatevi, scegliere la doccia è una stata un’ottima idea!

ristrutturare casa senza pensieri

 

  1. WISHLIST

Avete preso appuntamento con il vostro progettista e siete pieni di sogni speranze? La scelta del giusto progettista è fondamentale, ma per instaurare subito il giusto feeling e non uscire frustrati dal primo incontro è necessario arrivare con le idee chiare. Il consiglio numero 1 è quello di stilare una lista il più accurata possibile con i vostri desideri e di assegnare un valore a ciascuno, secondo una scala di preferenza del tipo:

  • Indispensabile.
  • Gradito.
  • Non necessario, ma desiderato.

Questa lista vi permetterà di gestire al meglio il vostro budget e aiuterà indubbiamente il vostro progettista a lavorare al meglio.

 

  1. FOCUS ON LOVE

Il consiglio numero 2 è forse uno dei più importanti per partire con il piede giusto: focalizzatevi su cosa amate della casa che avete deciso di ristrutturare. I dettagli che vi hanno fatto dire “È quella giusta.” Sono quelli che vi aiuteranno a sopportare tutto l’iter dei lavori. Focalizzarvi su questi dettagli può anche essere un buon punto di partenza per le scelte di arredamento.

ristrutturare casa pensando al budget

 

  1. BUDGET

Definire è fondamentale. Non bisogna mai partire senza aver prima ben chiaro quanto si ha intenzione di spendere. Il terzo consiglio è quindi quello di determinare una cifra minima e una cifra massima per permettere al vostro progettista di muoversi agevolmente in questo range per soddisfare tutti i vostri desideri. Inoltre, vi eviterete brutte soprese finali e potrete dire addio all’ansa.

 

  1. PROGETTISTA

L’abbiamo già citato nei consigli precedenti, ma si merita un capitolo tutto suo. Il quarto consiglio è quello di affidarsi a un progettista serio e preparato. Pensare di poter fare tutto da soli, magari con l’aiuto della ditta è un errore da non commettere. Affidatevi ad un progettista che vi consigli anche i prodotti migliori per l’arredamento di www.5stelleshop.ch e la vostra casa dei sogni è già un passo più vicina.

 

  1. CONTRATTO

Dopo aver effettuato tutte le ricerche del caso, avete trovato il vostro progettista e la ditta che si occuperà dei lavori. Manca solo una cosa: firmare il contratto. Il quinto consiglio è quello di controllare attentamente il contratto: deve essere scritto in maniera chiara e semplice e deve contenere:

  • indicazione soggetti responsabili,
  • descrizione delle lavorazioni,
  • importo complessivo,
  • capitolato con prezzi unitari,
  • tempistiche dei lavori e relativi pagamenti.

 

  1. CANTIERE

Non bisogna avere di paura di sporcarsi un po’ e andare in cantiere, anzi! Il sesto consiglio è quello di prendersi del tempo per andare in cantiere per parlare regolarmente con il vostro Direttore dei Lavori. Sarà lui a rispondere a tutte le vostre domande e a calmare le vostre ansie. Affidatevi a lui e vedrete che a fine lavori vi sentirete in dovere di metterlo nell’album di famiglia e invitarlo alle cene di Natale!

 

Sperando di avervi rassicurati, vi auguriamo una buona e felice ristrutturazione!

 

Lascia un commento