casa

Casa dolce casa, il clima ottimale

Casa dolce casa

La casa è il ritrovo dopo giornate di lavoro, il punto di riferimento per tutta la famiglia e quando si rientra si vuole trovare comfort. Per avere sempre un rientro piacevole sono in tanti a scegliere di ristrutturare casa, soprattutto per renderla più calda in inverno e fresca in estate e quindi più confortevole. Ovviamente per rendere la casa sempre più piacevole il primo passo è realizzare un valido impianto di riscaldamento che deve essere efficiente e in grado di far risparmiare.

Impianto di riscaldamento a pavimento

Laddove è possibile sono in molti a sostituire gli impianti di riscaldamento tradizionali con quelli a pavimento.riscaldamento a pavimento

Gli ostacoli  a questa tipologia di impianti possono essere legati alla necessità di rispettare le misure minime in altezza  previste per legge (deve essere considerato che un impianto a pavimento solleva lo stesso di qualche cm)  e il dover necessariamente rimuovere il pavimento che sarà quindi sostituito.

L’impianto radiante a pavimento si estende in modo uniforme su tutta la superficie della casa, a differenza dell’impianto tradizionale, soprattutto se gli ambienti sono ampi, vi è una distribuzione uniforme del calore.

A questo vantaggio si unisce anche un risparmio energetico che può arrivare al 30%. Questo minore utilizzo d’energia è dovuto al fatto che nel sistema circola acqua a 30°C-40°C, mentre in un impianto tradizionale l’acqua deve raggiungere la temperatura di 60°C-70°C.

Dal punto di vista estetico non si vede nulla, cioè non vi sono radiatori in vista o altri elementi che potrebbero inficiare l’estetica della casa.

Un ultimo vantaggio importante di questo tipo di impianto è dato dalla possibilità di usare lo stesso sistema anche per raffreddare casa in estate, ottenendo sempre una temperatura ottimale in casa.

Caldaia a condensazione

Il nuovo impianto di riscaldamento può essere unito anche ad una caldaia a condensazione, cioè una caldaia di nuova generazione in grado di portare un ulteriore risparmio del 20%. Perché si chiama così? Per il semplice fatto che usa una tecnologia che consente di condensare l’acqua presente nel vapore acqueo e di sfruttare il calore dei fumi per trasformarlo in energia in grado di alimentare il sistema di riscaldamento.

L’impianto a pavimento e la caldaia a condensazione insieme permettono di avere un ottimo risparmio e possono essere collegati a cronotermostati anche wi-fi. Questi consentono di controllare l’impianto a distanza, programmarne accensione e spegnimento, temperatura da raggiungere. Tra i vari modelli di cronotermostati che è possibile scegliere vi sono quelli comandabili attraverso un’app da scaricare su device mobili come smartphone e tablet. In questo modo è possibile accendere l’impianto di riscaldamento a distanza, quando si lascia ad esempio l’ufficio, in modo da trovare in casa sempre il giusto caldo.

Infissiisolamento termico

La ristrutturazione di casa può essere completata con infissi a taglio termico, cioè in grado di ridurre lo scambio di caldo in inverno e fresco in estate con l’esterno.

Questo è possibile grazie a vetri basso emissivi, con la realizzazione di doppia e tripla camera da riempire con gas argon e con un’attenta scelta dei materiali.

Oggigiorno, per la realizzazione della struttura sono molto usati i profili in PVC, in quanto si dimostra un materiale termicamente isolante. Anche il più tradizionale legno vanta ottime proprietà isolanti, ma per evitare che le intemperie e il sole possano rovinarlo può essere abbinato all’esterno con l’alluminio.

Un ulteriore isolante di tutto rispetto può essere considerato anche l’alluminio con taglio termico, ovvero un materiale che possiede all’interno del profilo una guaina in grado di sospendere lo scambio con l’esterno e mantenere ancora con maggiore efficacia il calore, senza disperderlo.

Lascia un commento