impianto domotico

Costo impianto elettrico domotico

Il costo della tua sicurezza? Il costo di un impianto elettrico domotico.

Vuoi proteggere la tua casa, la tua famiglia, le cose che ami? Vuoi uscire di casa e non ti fidi a lasciarla sola?

Di addio alla paura suscitata dalla faccia di uno sconosciuto poco rassicurante, o la partenza per una settimana di vacanza in una località caraibica. Affidati ai controlli a distanza più avanzati.

Qual è il costo di un impianto elettrico domotico?

Innanzitutto c’è la grandezza della casa, il numero di locali, il numero di prese e punti luce e in definitiva il numero dei dispositivi da usare.

Incidono anche le opere murarie e il tipo di integrazioni con altri impianti che vuoi generare, la difficoltà di montaggio, e perfino il piano dove è ubicata l’abitazione.

Se approfitti di una ristrutturazione (dai un’occhiata a Tabbid.com) o la casa è in costruzione puoi far creare ex novo le disposizioni per questo impianto parallelamente agli altri impianti, con risultati ottimali.

La tua casa è già rifinita e non vorresti proprio mettere mani alla struttura?

C’è una buona opportunità anche per te, defalcare l’ammontare delle opere murarie dal costo dell’impianto elettrico domotico e introdurre i dispositivi wireless (senza fili).

Ora immagina di rincasare e trovare il riscaldamento acceso alla temperatura che desideri, puoi guardare le telecamere dal tuo dispositivo mobile, inserire l’antifurto da controllo remoto.

Puoi vedere chi suona alla porta dallo smartphone, senza dover raggiungere il citofono, anche mentre sei a casa.

Come ti fa sentire?

Facciamo un confronto oggettivo tra il benessere che questi servizi aggiungono alla tua vita e il costo di un impianto elettrico domotico:

In una costituzione ex novo la reale incidenza di un servizio di qualità si traduce in un implemento di costo pari a circa l’1% rispetto al costo della abitazione, e considera che in ogni caso una parte delle spese le dovrai sostenere per il semplice impianto elettrico.

Benefici

Quello che forse non sai è che una casa attrezzata correttamente con un buon impianto domotica acquista circa il 5-8% del valore sul mercato immobiliare rispetto ad altri immobili a parità di condizioni.

Infatti non si tratta di modifiche soggettive legate al gusto individuale di un proprietario, bensì di miglioramenti oggettivi che incidono sulla praticità di uso, il benessere degli abitanti e il risparmio energetico.

Si, oltre al maggior comfort, un impianto così ottimizzato riduce gli sprechi: grazie a sensori spegne le luci negli ambienti che non stai usando, riscalda o refrigerante solo alcune parti della casa, gestisce la chiusura degli infissi migliorando l’isolamento, e, ne converrai, in questa maniera abbassa gli importi in bolletta, con beneficio di tasche e ambiente.impianto domotico

Inoltre la domotica è considerata intelligente in quanto monitora i tuoi comportamenti e individua per esempio le scelte che compi in base alle condizioni climatiche, introducendo un ulteriore risparmio indipendente dal tuo diretto controllo e presenza. Che te ne pare?

Addentriamoci ulteriormente nelle considerazioni circa le spese da sostenere:

Voglio sottolineare che i componenti elettrici, dall’illuminazione e prese alla televisione con satellitare, dal videocitofono ai rilevatori di gas alle lampade di emergenza estraibili, dalla predisposizione dell’impianto antintrusione all’idromassaggio dimerizzato hanno un costo di poco inferiore rispetto all’analogo dell’impianto elettrico domotico.

Vanno poi aggiunte le peculiarità:

Il vero e proprio impianto antintrusione, la motorizzazione delle tapparelle, l’integrazione della telefonia mobile con gli impianti per il controllo a distanza, la possibilità di disegnare ambienti climatizzati e illuminati in maniera personalizzata nei singoli ambienti grazie a rilevatori e sonde nelle singole stanze, eventualmente l’automatizzazione di impianti di irrigazione e cancelli. Questo sono i reali costi della domotica.

Facciamo un esempio numerico:

impianto domoticoAbbiamo un immobile di 4 vani e 70 metri quadrati, il cui valore di mercato sia circa 200000 euro, immaginiamo di installare un impianto domotico base, che permette di controllare le luci, il riscaldamento di ogni stanza e le prese elettriche, il costo di questo impianto elettrico domotico sarà all’incirca 7000 euro, di cui 5000 riguardano l’installazione del solo impianto elettrico e 2000 per il vero e proprio sistema di controllo domotico (ti salta subito all’occhio la bassa incidenza del costo di un impianto elettrico domotico).

Ovviamente l’intero impianto elettrico va gestito direttamente da un esperto di Domotica, lascia stare il cugino del vicino di casa e l’amico di infanzia che si dilettano di impianti e ti hanno fatto intendere che la cosa sia semplice.

La difficoltà non è nel reperire il materiale, che potresti trovare in commercio anche da solo, la vera Arte è nell’integrazione dei sistemi, nel permettere ai singoli circuiti di interagire tra loro anche a distanza, nella possibilità di effettuare i controlli in remoto, tutte cose che richiedono la professionalità integrata di un team esperto, che scelga componenti perfettamente compatibili e assicuri la buona riuscita del lavoro senza costi di malfunzionamento e preoccupazioni da parte tua.

Lascia un commento