come dividere una casa

Come dividere una casa, consigli e idee

Se pensate che le case belle siano solamente quelle grandi centinaia di metri quadri o avete difficoltà nel gestire gli spazi a vostra disposizione, non temete: esistono moltissime soluzioni non solamente per dare l’illusione che la vostra abitazione sia più grande di quello che realmente è ma, soprattutto, per sfruttare in maniera efficiente e coerente gli spazi. Come dividere una casa in maniera ottimale?

Un arredamento studiato fin nel più piccolo particolare sfrutta quelle che sono le caratteristiche architettoniche di un appartamento per definire meglio gli ambienti anche laddove non vi siano delle pareti a fungere da elementi divisori.come dividere una casa

Questa abilità, cui sono maestri architetti e designer, si manifesta in modo palese soprattutto in quegli spazi abitativi che, per le loro caratteristiche intrinseche, sono più suggestivi come loft o mansarde, ma non solo.

come dividere una casaNel primo caso, una delle idee da prendere in considerazione per sfruttare ogni spazio e dividere gli ambienti in differenti sezioni è quella del soppalco. Laddove l’altezza del loft lo permetta, infatti, potrete realizzare uno spazio sopraelevato in corrispondenza della zona adibita a soggiorno per creare una piccola camera da letto oppure un piccolo studio raccolto dotato di scrivania e di una mini libreria.

Nelle mansarde, che spesso nelle riviste vengono prese come esempio per le soluzioni eleganti e geniali cui si prestano con facilità, i punti della casa dove il tetto è spiovente possono essere utilizzati come armadi e trasformarsi in vere e proprie cabine.

Allo stesso modo, in un appartamento comune, nicchie e corridoi inutilizzati possono essere adibiti a zone leaving, studio oppure venire scelte per posizionare cucine piccolissime ma funzionali e dotate di ogni comfort. L’importante in questi casi è che, nel momento in cui andrete a scegliere i mobili che comporranno la vostra casa, voi abbiate un progetto e qualche idea riguardo all’uso che vorrete fare degli spazi a vostra disposizione.

Se non volete ricorrere alla consulenza, efficiente ma a volte costosa, di architetti e designer d’interni, online e sulle riviste specializzate potrete trovare con facilità progetti che vi mostreranno come poter dividere la vostra casa in maniera efficace e coerente esaltandone pregi e sfruttando quelli che, solamente ad un occhio distratto, potrebbero apparire come difetti.

Opportunamente sfruttati, questi ambienti potrebbero rivelarsi addirittura la parte della casa più funzionale! Prendete l’esempio di un vecchio sgabuzzino adibito a contenere vecchie scope o attrezzi simili, tanto caro a certi appartamenti costruiti nei passati decenni: con qualche accorgimento neanche troppo dispendioso potrebbe trasformarsi in un delizioso guardaroba oppure, togliendo la porta, potrebbe venire occupato da una libreria a parete.

Ovviamente ricorrere all’abilità di un esperto sarebbe la scelta migliore, qualora il budget a disposizione lo permetta.

 

Dividere gli ambienti con l’arredo

come dividere una casaDividere gli ambienti sfruttando la disposizione dei vari elementi di arredo, come librerie o divani, è la soluzione giusta sia che viviate in un loft sia che desideriate separare gli ambienti senza rinunciare alla luce e all’aria. Non necessariamente l’idea di dividere le varie parti della casa tramite la mobilia si coniuga con la necessità di arredare una casa piccola, anzi.

Queste soluzioni sono spesso utilizzate con successo anche in ambienti grandi o sviluppati su più piani, come ville e casali. Un appartamento con pochi muri divisori o molto piccolo, con gli opportuni accorgimenti potrà dare l’illusione non solo di essere più grande, ma beneficerà anche di una maggiore luce.

Una libreria piazzata in soggiorno può, così, separare la zona del soggiorno, dotata di televisione e divano, da quella in cui solitamente vi appartate per studiare. La cucina a vista potrebbe essere divisa da un’isola, una pianta verde o da una parete mobile. Se disponete di una monocamera o di un loft, potrete optare anche per separare le varie zone in maniera più pittoresca e, se vogliamo, un po’ boho chic: una tenda decorata dividerà la parte della casa adibita alla vita diurna dalla vera e propria camera da letto.

La cosa bella di separare gli spazi tramite delle tende è che potrete gestire i vostri spazi a seconda dell’esigenza del momento, tirando o meno la tappezzeria a seconda degli ospiti presenti e della privacy di cui necessitate nel preciso frangente.

Anche elementi divisori mobili come separé divideranno gli ambienti, a seconda della grandezza, all’insegna di un gusto romantico e retrò. Un sapiente gioco di luci può assolvere allo stesso compito esaltando determinate zone rispetto ad altre: installando dei faretti in soggiorno, che puntino le loro luci sul divano, si suddivideranno visivamente le porzioni di appartamento adibite come leaving dalle zone notte e studio. Oltre alla luce si può giocare in tal senso anche con il colore. Assegnando una determinata sfumatura ad ogni area dell’appartamento si eviteranno muri divisori e si otterrà un effetto di grande impatto visivo.

come dividere una casa

Frazionare gli ambienti con pareti in vetro

Un’altra soluzione per dividere il proprio appartamento in maniera coerente ed efficace, senza privarsi della luce e privilegiando soluzioni che lascino gli ambienti ariosi e aperti, è quello di scegliere pareti in vetro.
G
eneralmente, le pareti in vetro fanno sfoggio di sé in ambienti in cui la necessità di godere una propria privacy si affianca alla volontà di far parte di un tutto. All’interno di una abitazione svolgono esattamente la stessa funzione.

Il vetro che potrete scegliere, qualora troviate questa soluzione interessante, non sarà necessariamente trasparente. Vetri opachi e satinati hanno la caratteristica di far passare la luce, isolare acusticamente gli spazi ma creare, al contempo, una separazione meno netta e definita. Molto spesso, le pareti in vetro mobili sono composte da pannelli scorrevoli ed utilizzate nelle camere da letto, per chiudere cabine armadio o zone lettura.

Altre volte sono impiegate per dividere il soggiorno dalla biblioteca o creare una sorta di zona relax. Anche la cucina può essere a vista ed avere delle splendide pareti in vetro. Un uso suggestivo di questa elegante soluzione d’arredamento potrebbe anche essere quella di porre due porte in vetro satinato poco oltre l’ingresso della vostra abitazione, in modo tale creare una sorta di cornice introduttiva alle altri parti della casa.

 

Divisori in laterizio o in cartongesso

Se invece intendete realizzare ex-novo delle pareti che isolino completamente le varie parti della vostra casa, dovrete fare attenzione alla normativa vigente soprattutto per quanto concerne la prevenzione agli incendi.come dividere una casa

I divisori in laterizio o in cartongesso necessitano di una posa effettuata a regola d’arte per garantire stabilità ed efficienza. Se lo spazio a vostra disposizione lo permette, potrete creare una stanza da letto ulteriore oppure far costruire in un angolo della camera da letto un armadio a muro.

Muretti bassi, sempre realizzati in cartongesso o in laterizio, opportunamente decorati con una pianta od un soprammobile, daranno l’idea di una separazione netta degli spazi della vostra casa pur senza arrivare fino al soffitto. Un muro anche basso, può essere adibito a tavolo per fare colazione su degli sgabelli alti, idea graziosa e divertente per chi ha poco spazio in cucina.

Pareti divisorie in cartongesso possono tramutarsi in mobili dove posizionare la televisione, alcune suppellettili e riviste oppure in vere e proprie librerie. L’uso dei laterizi è una soluzione interessante anche se volete far erigere piccole colonne e archetti che accompagneranno il visitatore attraverso le varie zone della casa.

Sottolineare, dividere, esaltare: qualunque idea voi vogliate realizzare, i divisori si presteranno facilmente ad assolvere al loro compito in maniera netta e definita, andando ad incidere su quella che è l’architettura della vostra casa in maniera lieve ma non per questo meno funzionale e d’impatto.

Lascia un commento