isolamento termico

Isolamento termico della casa, utili consigli

L’isolamento termico della casa consente di ridurre i consumi energetici e di combattere l’inquinamento, ma per raggiungere questi risultati bisogna contenere la dispersione termica e ristrutturare l’abitazione utilizzando un sistema a cappotto, oppure dei singoli pannelli isolanti.

 

Cosa scegliere tra il sistema a cappotto e i singoli pannelli?

 

Il sistema a cappotto è disponibile sia per interni sia per esterni, si tratta di una soluzione più duratura ed invasiva e sicuramente più costosa, mentre i singoli pannelli isolanti sono utili per “tamponare” situazioni di emergenza.

 

Dal punto di vista del risultato sono due soluzioni valide allo stesso modo. Per entrambi i metodi bisogna scegliere un materiale termoisolante con un valore di conducibilità termica basso, in questo modo il potere isolante sarà maggiore e potrete godere di una temperatura confortevole.isolamento termico

 

Il nostro consiglio è di farsi consigliare da un tecnico di fiducia che vi saprà indicare il materiale migliore, considerando anche altri valori come lo spessore del materiale, lo sfasamento termico e la resistenza di diffusione al vapore. Sono tutte unità di misura che incidono sul grado di isolamento.

 

Nel dettaglio lo sfasamento termico è il tempo impiegato dal freddo o dal caldo per attraversa il materiale e arrivare all’interno dell’abitazione.

 

La resistenza di diffusione al vapore indica il grado di “traspirabilità” del materiale. Un materiale traspirante migliora l’isolamento perchè evita la creazione di condensa.

 

Vediamo ora quali sono le differenze dal punto di vista dei costi e della messa in opera per il cappotto e i pannelli singoli.

 

Isolamento a cappotto o singoli pannelli?

 

Sul mercato esistono diversi sistemi e tecnologie per la messa in opera del cappotto, essi variano in base ai materiali usati e ai costi. I più diffusi sono le pellicole isolanti termoriflettenti, in fibra di lana o in fibra di legno.

Esistono anche isolamenti a cappotto di sughero. Altri materiali isolanti utilizzati sono le schiume minerali, poliestere espanso o polistirene estruso o poliuretano. Alcuni pannelli sono dotati di una rete cosiddetta porta-intonaco per la finitura esterna.

 

Sarebbe preferibile applicare il cappotto all’esterno per non ridurre la cubatura della casa. Qualora invece non ci fossero problemi di spazio il nostro consiglio è di applicare il cappotto dall’interno, in questo modo la messa in opera sarà più veloce e i costi saranno ridotti.

 

isolamento termicoL’isolamento tramite i singoli pannelli permette di adeguare gli ambienti che più hanno bisogno invece di applicare il cappotto su tutta la casa. In questo modo i costi saranno molto ridotti.

Di solito è la soluzione ideale per chi ha un budget ridotto o per chi ha problemi di dispersione termica circoscritti in alcuni ambienti. Perchè applicare un cappotto su tutta la superficie della casa se sappiamo che la “falla termica” proviene da una stanza specifica?

 

Un buon motivo per applicare un cappotto termico o dei pannelli isolanti è dato dai vantaggi fiscali di queste ristrutturazioni. La detrazione per gli interventi di isolamento è del 65% ed il valore massimo detraibile può arrivare fino a 100.000 euro a seconda della tipologia di intervento.

Lascia un commento