Un miscelatore di design per il lavabo.

Sostituire il miscelatore del lavabo: alcuni consigli

 

Nell’ambito della gestione della propria casa è possibile ritrovarsi nella situazione di dover sostituire il miscelatore del lavabo, perché danneggiato o anche solo per motivi estetici, nell’ottica di rinnovare lo stile di un bagno un po’ trascurato.

Questo elemento può infatti influenzare l’insieme dell’arredamento del bagno e, se scelto in maniera accurata, contribuire in maniera significativa a creare un locale più ricercato e al passo con le ultime tendenze.

 

I tipi di rubinetti

Il rubinetto del bagno può essere scelto comodamente online, senza inutili perdite di tempo, grazie per esempio ad un sito come Desivero. Nella scelta di un rubinetto nuovo, si può spaziare tra modelli a bocca alta, magari anche girevole, per il massimo della praticità, a quelli di dimensioni standard, con linee molto moderne e rifiniture opache, o che richiamano forme del passato con un rubinetto a manopole, ripensate in chiave attuale nella versione cromata, per donare un’atmosfera particolare e ricercata all’ambiente.

Ci si può orientare anche per modelli bicomando che necessitano di un solo foro per essere installati, raggruppando in un corpo unico tutte le componenti, a differenza della maggior parte di questo tipo di prodotto che ne richiede 3.

Anche i rubinetti a muro rappresentano un’interessante possibilità per una soluzione che può declinarsi in chiave ultramoderna, nella versione monocomando dalle linee nette e dagli ingombri limitati, incassando parte della struttura nella parete, disponibile anche nella variante bicomando.

 

Come scegliere la rubinetteria

La rubinetteria di lavabo e bidet dovrebbe sempre essere scelta in maniera armonica con i rubinetti della doccia o i rubinetti della vasca, se presente, attuando scelte estetiche precise e ben coordinate anche con sanitari e arredi. Molto funzionali possono rivelarsi i miscelatori con doccetta integrata, utile per esempio per lavarsi i capelli mentre si è immersi nell’acqua della vasca oltre che per pulire in maniera più accurata tutte le superfici.

In caso di dubbi su come cambiare i rubinetti del bagno, il consiglio migliore è di rivolgersi a personale esperto per evitare lavori improvvisati e rischiare di danneggiare i prodotti appena acquistati o precluderne il corretto funzionamento. Se il timore è quello di spendere troppo, si possono tranquillamente richiedere diversi preventivi. Quindi oltre ad acquistare rubinetteria online è possibile utilizzare servizi di vario genere, che comprendono oltre all’installazione anche interventi di manutenzione o riparazione, per un’assistenza a 360°.

Sono inoltre disponibili diversi tipi di accessori per la rubinetteria, come pilette di ricambio per evitare che lo scarico si otturi.

Per destreggiarsi al meglio all’interno delle tante proposte si possono consultare i suggerimenti presenti online: esistono molti strumenti utili che consentono di approfondire in maniera rapida ed efficace le tematiche relative alla rubinetteria, alle nuove tendenze 2019, agli abbinamenti più adatti con i lavabi e gli altri sanitari.

Seguendo sempre le proprie preferenze ci si può fare guidare alla scoperta degli ultimi modelli presentati al recente Salone del Mobile in fatto di materiali, colori e forme, per ricevere stimoli e ispirazioni e aiutarsi a rinnovare in maniera originale il vostro bagno, evitando grossolani errori di stile senza perdere di vista nello stesso tempo l’aspetto funzionale. Una volta schiarite le idee, non resta che ricercare sul sito in maniera molto facile ed intuitiva i prodotti dei brand migliori sul mercato, ed effettuare acquisti in tutta sicurezza e comodità.

Avere la necessità di cambiare i rubinetti del bagno può in questo modo diventare l’occasione giusta per avventurarsi verso cambiamenti più radicali, nella prospettiva di rendere il vostro bagno un luogo accogliente e rilassante, realizzato in materiali resistenti e di alta qualità, e organizzato in maniera razionale, sfruttando fino in fondo gli spazi a disposizione.

 

 

Lascia un commento