aria condizionata

Guida all’acquisto del condizionatore d’aria

 

La colonnina di mercurio si arrampica nei termometri in maniera incredibile in estate, fa caldo e l’afa in casa non si sopporta piú. I picchi massimi arrivano a toccare anche 40 gradi Celsius ed in questi casi l’unico apparecchio che può salvarci la vita è il condizionatore d’aria. Ma come funziona davvero questo elettrodomestico? Quali sono i modelli adatti per le nostre case ? Con questa guida cercheremo do rispondere a queste domande.

 

Come funziona un condizionatore

Un compressore posto nell’ unità esterna spinge un gas refrigerante in un circuito ed è spinto in una serpentina del condensatore che lo raffredda attraverso l’aria esterna prima di trasformarlo in un liquido caldo. aria condizionata

Viene poi fatto passare attraverso una valvola di espansione da raffreddare. L’aria calda viene inviata all’esterno tramite una ventola di scarico e l’aria fresca viene introdotta nella stanza grazie allo split.

I compressori più efficienti utilizzano un inverter per controllare la velocità del processo di compressione.

Ciò rende il raffreddamento più efficace ed economico, poiché il compressore funziona solo nella misura in cui è necessario.

Le unità portatili utilizzano un compressore rotativo, trasformando il vapore intrappolato in gas ad alta pressione che raffredda l’aria in uscita dal condizionatore.

Gli inverter possono essere trovati solo in unità split .

 

I prezzi

Il costo iniziale di un condizionatore sarà più alto rispetto a più condizionatori (multisplit) ma i risparmi possono essere trovati a lungo termine dal punto di vista del consumo energetico. I nuovi modelli in classe A+++ consumano infatti meno dei vecchi in classe B o A.

Un modello economico da 9000 Btu costa circa 300 euro, uno da 12000 Btu lo troviamo a 400 euro. A questo dobbiamo aggiungere il prezzo per l’istallazione a muro effettuata da un professionista in possesso di patentino da frigorista. I prezzi per un montaggio variano a seconda della complessità, circa 250 euro per un impianto spalla-spalla riferimento http://www.ricaricacondizionatori.eu/

I condizionatori portatili

Quando non possiamo montare un condizionatore, ad esempio non abbiamo lo spazio esterno per il motore, dobbiamo optare per i modelli portatili, come il famoso Pinguino De Longhi.
Gli AC portatili sono il più semplici. Non richiedono installazione, possono essere raccolti e portati a casa in auto e spostati tra le stanze con facilità.

Alcune unità portatili sono dotate di un kit per appenderli alla finestra, che invia l’aria calda all’esterno attraverso una ventola di scarico, mentre altre funzionano su base standalone, che richiede solo una connessione di alimentazione per funzionare.

Lo svantaggio delle unità portatili è la loro scarsa efficacia in ambienti di dimensioni superiori a 20 metri quadrati, e la rumorosità. Questo perchè il motore è interno. Pochi i modelli inoltre che lavorano in pompa di calore, ovvero utilizzabili anche in inverno per scaldare.

 

Quanto dovrebbe essere potente un condizionatore d’aria a seconda dello spazio?

La capacità di raffreddamento di un condizionatore d’aria viene misurata in termini di BTU. Quando si determina il dimensionamento del condizionatore d’aria la regola generale è di 500 BTU per metro quadro. Ad esempio, per raffreddare una stanza di 20 mq ci vorrebbe un condizionatore da 10000 BTU.

aria condizionataQuando si considera un condizionatore d’aria per la cucina, tenete presente che sarà necessaria una potenza di raffreddamento aggiuntiva per compensare il calore generato dagli apparecchi di cottura. Inoltre, le stanze  con esposizione al sole riceveranno più calore e potrebbero richiedere più raffreddamento. Come regola generale, i condizionatori d’aria in una cucina o in una stanza con un sacco di esposizione al sole richiedono ulteriori 4.000 BTU di potenza di raffreddamento.

Se si tratta di grandi superfici come un intero piano , si consideri l’utilizzo di due piccoli condizionatori d’aria rispetto a una grande unità. L’aria fredda non circola in modo uniforme come l’aria calda. A causa di ciò, un condizionatore d’aria di grandi dimensioni può raffreddare alcune parti della stanza lasciando altre parti in raffreddamento. In un grande spazio, i condizionatori d’aria installati separatamente distribuiscono il potere di raffreddamento in modo più efficace.

E’importante acquistare un condizionatore d’aria con potenza di raffreddamento adeguata alle dimensioni della stanza in cui si trova. Se il condizionatore d’aria è troppo potente, la stanza verrà raffreddata troppo rapidamente per rimuovere l’umidità. Ciò si traduce in una temperatura ambiente più bassa con alti livelli di umidità. 

Quale modello scegliere

Sul mercato troviamo tante marche. Ad esempio conosciamo i giapponesi di Daikin, leader nel settore della climatizzazione, ma anche Mitsubishi, Samsung, Lg, Panasonic ed una miriade di sottomarche cinese. A parte la potenza, 9000 o 12000 Btu quelli piú utilizzati, dobbiamo tenere in considerazione due parametri:

  • SEER
  • SCOP

Il primo indica l’efficienza in raffreddamento, il secondo in riscaldamento. Piú è alto questo indice e migliori saranno le performance del condizionatore. Da qui anche la differenza di prezzo tra un modello e l’altro.

I condizionatori con SEER di 9 o 10 costano non meno di 1000 euro perchè molto performanti e di conseguenza molto virtuosi nel consumo energetico.

Lascia un commento