impianto irrigazione giardino

Quali irrigatori da giardino scegliere tra popup statici e dinamici

Capita spesso che quando si decide di ristrutturare la propria abitazione, si opti anche per un miglioramento dei propri spazi esterni.

Avere un sistema automatico di irrigazione per il proprio giardino consente di risparmiare tempo, avere un’innaffiatura uniforme e ridurre al minimo gli sprechi.

Per una corretta irrigazione del proprio giardino, la scelta migliore sarà nel creare un sistema di irrigazione interrato popup. L’impianto consiste in una serie di irrigatori a scomparsa collocati sotto al livello del terreno. Quando ricevono l’impulso dalla centralina di irrigazione, escono automaticamente per il tempo necessario all’irrigazione.

Presentano vari vantaggi, si possono collocare in qualsiasi zona del giardino e, quando non in funzione, sono visivamente nascosti.

Gli irrigatori popup sono divisi in due grosse famiglie, gli irrigatori popup statici e dinamici. Vediamo in profondità le caratteristiche di ognuno e dove usarli.

Gli irrigatori popup statici

Hanno una struttura molto semplice e si azionano automaticamente con la semplice pressione dell’acqua.
Una volta in azione, possono sporgere dai 5 ai 10 cm e creano un irraggiamento ad ombrello.impianto irrigazione giardino

Gli irrigatori statici dispongono di una testina intercambiabile in grado di coprire una zona di ampiezza massima di circa 5 metri.

La testina dispone anche di una vite di regolazione per definire il raggio di irraggiamento, che può essere compreso da 0 fino a 360 gradi.

In commercio sono disponibili varie testine di ricambio con angoli di gittata già definite, adatte per il posizionamento in prossimità di muri o viottoli pedonali.

Gli irrigatori statici, non avendo nessuna parte in movimento, risultano la soluzione più economica e con bassa manutenzione, in quanto hanno una limitata possibilità di ostruzione degli ugelli.

Gli irrigatori dinamici

Gli irrigatori dinamici condividono lo stesso sistema di sollevamento automatico degli irrigatori statici, ma al loro interno hanno un meccanismo più complesso costituito da una piccola turbina.

La differenza più importante consiste nel getto che, anziché essere statico ad ombrello, l’irrigatore dinamico crea un getto a rotazione. Anche in questo modello, la testina è intercambiabile e presenta sempre una regolazione per delimitare l’angolo di rotazione del getto d’acqua.

Gli irrigatori dinamici, avendo un meccanismo più complesso, sono dotati di un piccolo filtro a rete in entrata, in ogni caso richiedono sempre acqua pulita.

Perché scegliere un irrigatore popup statico o dinamico?

Gli irrigatori statici hanno un costo inferiore ai dinamici, ma un consumo d’acqua superiore in quanto hanno un getto non ottimizzato.

impianto irrigazione giardinoSono consigliati per piccoli giardini o in prossimità di aree che non devono essere bagnate, come marciapiedi o muri perimetrali.

Nel caso di aree da irrigare molto ampie, i dinamici sono la scelta più giusta. Riescono a coprire la stessa zona utilizzando un minor consumo d’acqua. Bisogna ricordarsi di usare acqua pulita, in quanto presentano una maggior probabilità di ostruirsi.

Gli irrigatori popup statici e dinamici, avendo un funzionamento molto diverso tra loro, non si possono usare sulla stessa linea di irrigazione. Se la propria centralina di comando permette il controllo di più linee, si possono abbinare le due tipologie per una copertura ottimale dell’area da irrigare.

Lascia un commento